Vendita quote Hera, M5S: Il sindaco Cosolini non mantiene gli impegni sottoscritti

0

«Con la delibera passata ieri in Consiglio comunale, Cosolini si rimangia la parola data due anni fa alla città e ai lavoratori, quando si era impegnato a non far scendere il controllo pubblico sotto il 51%. Neppure Pinocchio era così abile …. ». Il Movimento 5 Stelle Trieste, tramite i portavoce in Consiglio Comunale Stefano Patuanelli e Paolo Menis, censura l’operato del primo cittadino e di quella parte della sua maggioranza che ha votato a favore della delibera che consente la vendita di quote della multiutility.
«È inoltre doloroso segnalare – continuano Patuanelli e Menis – che la delibera, passata per soli due voti, sia stata approvata grazie al voto di due consigliere del PD, Cimolino e Mozzi, che in passato hanno contribuito alle attività dei comitati per l’acqua bene comune».
«I cittadini – prosegue Patuanelli – hanno espresso in modo chiaro, assoluto e definitivo la loro volontà attraverso l’unico vero istituto democratico e partecipativo: il referendum. Nel 2011 gli italiani hanno chiesto alla politica di garantire l’acqua quale bene essenziale e libero e per questo hanno votato affinchè ne sia garantita una gestione pubblica. La delibera approvata questa notte è invece l’ennesimo passo, sbagliato, verso la gestione privata anche dell’acqua».
«Speriamo almeno – incalza Menis – che le consigliere del PD abbiano il buonsenso di allontanarsi dai comitati per l’acqua bene comune, per non far perdere a questi l’enorme credibilità acquisita in anni di battaglie».
«Comunichiamo inoltre – concludono Patuanelli e Menis – che martedì 28 faremo sentire la nostra voce anche a Bologna. Con i consiglieri comunali M5S dell’Emilia Romagna e di Padova, parteciperemo infatti all’assemblea di Hera dove interverremo per difendere i servizi pubblici evitando anche che una assemblea dei soci di una società quotata si trasforni in un convegno del Partito Democratico».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.