Sala Tripcovich, Bertoni : “Superficialità e vaghezza da parte del sindaco Dipiazza”

0

Ieri sera il M5S ha posto una domanda di attualità per cercare di mettere in chiaro gli intenti di questa amministrazione sulla Sala Tripcovich, parte integrante del patrimonio del Teatro Verdi. “Il sindaco Dipiazza – ricorda la consigliera comunale del M5S Cristina Bertoni – ha dichiarato che intende assegnare al Teatro Verdi dei magazzini in Valle delle Noghere in cambio della proprietà della Tripcovich confermando l’intenzione di abbattere successivamente la struttura”.

“D’altra parte – sottolinea Bertoni – la Sala Tripcovich ha un valore architettonico e culturale intrinseco oltre che derivante dal suo pluridecennale utilizzo ed è attualmente parte del patrimonio della Fondazione Teatro Verdi per un valore superiore al milione di euro. Inoltre, grazie alla sua capienza, alla sua favorevole collocazione logistica in centro città accanto alla stazione ferroviaria e ai costi contenuti per il suo affitto, questa sala è stata utilizzata sino a febbraio 2017 per eventi e manifestazioni di successo, come ad esempio il Trieste Science Fiction Festival”.

“Per quanto riguarda le attività culturali, che chiaramente non possono essere svolte in capannoni localizzati in aree industriali, il sindaco cerca di cavarsela dicendo che metterà a disposizione della Fondazione Teatro Verdi alcune sale congressi del Porto Vecchio, senza dare però né tempistiche, né informazioni sulla modalità con cui queste strutture saranno rese disponibili. Inoltre Dipiazza non conferma che tali strutture saranno cedute alla Fondazione, per cui – aggiunge la consigliera pentastellata – non è peregrino ipotizzare che esse saranno disponibili al Verdi (e a tutte le associazioni che hanno utilizzato la Tripcovich) solo a pagamento. In questo modo si delinea una situazione in cui la Fondazione viene impoverita sia sotto il lato patrimoniale che sotto quello culturale”.

Da ultimo il sindaco ha confermato che ristrutturare e riqualificare la Sala Tripcovich costa “milioni di euro”, stime per le quali il M5S ha chiesto da mesi copia dei preventivi all’assessore competente, senza ricevere ad oggi alcuna risposta. “Una gestione così superficiale e vaga di tutta la questione non è accettabile. Il sindaco non sa, o forse fa finta di non sapere, che questo modo di procedere avrà forti ripercussioni sul Teatro Verdi che, trasformatosi in Fondazione, ha rispettato tutti gli obiettivi di pareggio previsti dal piano di risanamento, con i sacrifici delle persone che qui vi lavorano e che l’operato di Dipiazza rischia di vanificare. Noi del M5S – conclude Bertoni – ci opporremo con tutte le nostre forze a questa gestione sconsiderata della cosa pubblica”.