” PD, PDL e associati dicono SI alla centrale termoelettrica della Lucchini “Comunicato stampa del 26 ottobre 2011

2

Al di la dell’oggetto, la delibera approvata dal consiglio comunale di
Trieste lunedì sera NON esprime nei fatti parere negativo alla centrale
termoelettrica proposta dalla Lucchini. Anzi, lascia una porta spalancata
al progetto. Una centrale che, se realizzata, avrebbe un forte impatto
ambientale, non sostenibile dalla città e dagli abitanti di Servola.
Per questo motivo il gruppo consigliare del moVimento 5 stelle ha votato
contro questa delibera. Ed è stato l’unico.

Dopo aver previsto il parere negativo, la seconda parte della delibera
prevede infatti (“grazie” ad un emendamento proposto dai consiglieri Bassi
dell’Idv e De Carli di Trieste cambia) che il Comune si attivi per
arrivare ad un nuovo protocollo d’intesa che detti le condizioni per la
realizzazione della centrale termoelettrica, subordinandola alla
dismissione della Ferriera di Servola.

Un controsenso in termini: si boccia il progetto dal punto di vista
ambientale ma subito dopo si dice che andrebbe bene se sull’altro piatto
della bilancia ci fosse la dismissione della Ferriera. Della serie: “no,
però”. E’ la solita politica dell’accettazione del meno peggio, di cui noi
non vogliamo essere complici.

Lunedì sera abbiamo anzi proposto di eliminare ogni contraddizione
stralciando la seconda parte della delibera ma abbiamo ricevuto un dubbio
parere tecnico negativo da parte degli uffici comunali.

Paolo Menis
Consigliere Comunale
Gruppo ” MoVimento 5 stelle Trieste ”
Lista Civica TRIESTE 5 STELLE

2 Commenti

  1. E’ una questione centrale, una scelta di fondo, un problema che si trascina da anni.
    Dovete accendere i riflettori su questa Delibera, assieme alla “società civile”, smascherando giochetti e interessi trasversali.
    L’occupazione va tutelata, ma non quella di ospedali e pompe funebri!
    Paolo Angiolini

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.