Innovazione, accolta la proposta del M5S di stanziare 20 mila euro nel bilancio del Comune di Trieste per contribuire alla realizzazione di un “FabLab” a Trieste. Menis: «Primo piccolo passo per dare risposte rapide ai mutamenti del mondo della produzione»

0

A fine luglio il MoVimento 5 Stelle Trieste ha fatto inserire nel bilancio preventivo del Comune una posta di 20 mila euro per consentire all’ente locale di portare il proprio contributo alla realizzazione di un “FabLab”, ovvero di un laboratorio di fabbricazione.

Il “FabLab” è un luogo aperto al pubblico dove strumenti quali stampanti tridimensionali, macchine a taglio laser e frese permettono a tutti di realizzare le più disparate lavorazioni a partire da progetti contenuti in “file” digitali. Accanto al laboratorio possono essere previsti centri di formazione o luoghi in cui le persone (i cosiddetti “makers”) possono riunirsi, scambiarsi idee, aiutarsi a vicenda e sviluppare assieme nuovi progetti che spesso sfociano nella creazione di nuovi prodotti o di nuove piccole aziende.

«I “FabLab” sono realtà già presenti in altri paesi e in altri comuni italiani – spiega Paolo Menis, portavoce M5S Trieste -. Anche a Trieste ci si è mossi in questo senso: il 12 agosto è stato inaugurato un “FabLab” all’Ictp di Miramare (http://scifablab.ictp.it/). Mi auguro che la giunta comunale decida di impiegare i 20 mila euro per questa iniziativa. La realizzazione di un “FabLab” è il modo migliore per dare risposte rapide sia alla creatività dei giovani sia ai mutamenti del mondo della produzione che diventerà sempre più una produzione personalizzata e diffusa, a portata di tutti».

A fine giugno il M5S aveva presentato una mozione sull’argomento. Il testo della mozione è consultabile a questo link: http://files.meetup.com/207586/B11_0053_14_mozione_fablab.pdf

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.