Muggia, il Meetup “Amici di Bebbe Grillo” contro la cementificazione del territorio: «A rischio 310 mila metri quadrati del Comune, un’area che corrisponde a oltre 43 campi da calcio»

0

Lo scorso 8 ottobre il Meetup “Amici di Bebbe Grillo” di Muggia ha presentato le proprie osservazioni al “Piano regolatore generale comunale” (Prgc) con le quali si punta a preservare dalla cementificazione in tutto ben 310 mila metri quadrati di territorio, un’area che corrisponde a oltre 43 campi da calcio.

Sono state presentate 15 osservazioni frutto di incontri sul territorio e di partecipazione in rete. Un gruppo di queste riguarda il consumo del territorio, dai boschi di Piasò e Punta Olmi, passando per la zona costiera tra Lazzaretto e Porto San Rocco, proseguendo per le previste edificazioni dei nuovi centri commerciali di Rabuiese e Noghere, per finire con le zone residenziali di Aquilinia, Vanisella, a via XXV Aprile.

Altre osservazioni riguardano la mobilità sostenibile, con la realizzazione di impianti di ricarica dei veicoli elettrici in tutti i parcheggi di nuova costruzione, e pianificazione di un servizio di infrastrutture leggere per un eventuale servizio di “taxi boat”.

Un’altra osservazione riguarda l’estensione a tutta Muggia di una rete fognaria moderna ed ecologica, allo scopo di separare le acque piovane per un rilascio controllato delle acque reflue in occasione di forti piovaschi, prevenendo crolli e immissioni inquinate in mare. Chiediamo inoltre la realizzazione di piccoli impianti di fitodepurazione per il trattamento di reflui e residui.

«Lo spirito con il quale sono state presentate le osservazioni – spiegano i pentastellati – è volto a tutelare lo sviluppo sostenibile del territorio preservando l’ambiente e la salute. L’obiettivo è quello di prevenire situazioni di rischio come quelle avvenute recentemente sul nostro territorio e a Genova o inquinamenti del mare come quelli certificati con la bandiera nera dalla Goletta Verde. Confidiamo che lo spirito venga recepito dagli amministratori di Muggia per i quali, troppo spesso, il Prgc è stato sinonimo di cementificazione».

«Le osservazioni dovranno essere ora valutate dall’amministrazione comunale. A questo punto – concludono – attendiamo solo di sapere quando ciò avverrà».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.