Lavori pubblici a Trieste: “Dalla giunta Dipiazza nuovo balzello per le domande in edilizia libera asseverata”

0
Recentemente in Consiglio comunale la giunta Dipiazza ha proposto una delibera per introdurre una nuova tariffa per le domande di intervento in edilizia libera asseverata.  La delibera poggia su un provvedimento comunale del 1955 che introduce un tariffario per le prestazioni ufficiose svolte dai servizi tecnici del Comune (area lavori pubblici) per esaminare progetti presentati da privati.  Questo provvedimento specifica inoltre che “parte degli introiti derivanti dall’applicazione della suddetta tariffa sia devoluta a favore del personale” dell’area lavori pubblici.   
 
La delibera della giunta Dipiazza applica tale principio ai progetti presentati da privati in edilizia libera asseverata ovvero progetti corredati da relazioni tecniche nelle quali un tecnico incaricato dal privato assevera ovvero attesta sotto la propria responsabilità, la conformità del progetto ai requisiti imposti dalle normative vigenti.  Vista l’approvazione, a partire dal primo marzo 2018, il privato si troverà quindi a dover pagare un tecnico abilitato per redarre la perizia asseverata ed una tariffa al Comune per il controllo tecnico e documentale della domanda già asseverata a norma di legge.  
 
Il MoVimento 5 Stelle ha chiesto in Commissione i dati relativi all’impegno degli uffici in questi controlli ma l’assessore non ha risposto né durante né dopo la Commissione né in Consiglio l’altra sera. Per questi motivi il gruppo del M5S in Consiglio comunale ha votato contro questa delibera.
 
Cristina Bertoni
consigliera comunale del MoVimento 5 Stelle
Consiglio comunale di Trieste