Eliminazione della violenza contro le donne, M5S Trieste: vanno potenziate le politiche sociali e sanitarie in grado di sostenere persone e famiglie nei loro compiti educativi

0

Domenica 25 novembre al Caffè San Marco il meetup Trieste5stelle, con la partecipazione della consigliera M5S della Quarta Circoscrizione Adriana Panzera e della presidente M5S della Terza Circoscrizione Laura Lisi e con gli interventi di Maria Grazia Apollonio, psicoterapeuta del Centro Antiviolenza Goap di Trieste, e Rosaria Ponticiello, psicoterapeuta dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana-Isontina, ha affrontato il tema delle dinamiche psicologiche che stanno alla base delle relazioni violente, presentando indicatori della violenza di genere e il lavoro del Goap.

La violenza è un fenomeno culturale e sociale, una violazione dei diritti umani e discriminazione che in qualsiasi forma, fisica o psicologica, sessuale o economica, non deriva da una perdita di controllo ma dalla volontà di imporlo.

Il M5S si batte a tutti i livelli per promuovere una maggiore sensibilizzazione sulla prevenzione della violenza contro le donne, in questa tuttora legittimata e diffusa cultura patriarcale di stampo controllante. In Consiglio regionale il MoVimento 5 Stelle ha riproposto una legge che, rispondendo alla mutata sensibilità culturale della società, prevede un approccio integrale nell’assistenza alle vittime, con misure indirizzate a studenti, insegnanti e a chi lavora nei mezzi di informazione, tramite servizi di supporto, emergenza e recupero all’interno di in una rete coordinata e costantemente formata.

A ogni livello istituzionale, anche comunale, il MoVimento 5 Stelle chiede pertanto il potenziamento delle politiche sociali e sanitarie che sostengano persone e famiglie nei loro compiti educativi, nella creazione di una chiara identità psicologica dei singoli e pure nel recupero del maltrattante e non solo del maltrattato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.