Comune di Montereale-Hydrogea, Frattolin (M5S): «Pazzesco spendere quasi 1 milione di euro per avere una sede decentrata e poco efficiente»

0

«Il MoVimento 5 Stelle ha già contestato pubblicamente la decisione di Hydrogea di aggiungere una sede operativa decentrata che finirà per peggiorare l’andamento economico della spa che, ricordiamo, gestisce le risorse idriche di oltre 20 comuni del Pordenonese attraverso i servizi di acquedotto, fognatura e depurazione. Oltre al fatto che la sede attuale soddisfa perfettamente le esigenze della società, l’immobile offerto dal Comune di Montereale Valcellina non risponde alle caratteristiche richieste dalla stessa Hydrogea nel bando pubblico. Parliamo ad esempio dell’ubicazione e della superficie a disposizione, ma anche dei termini di presentazione della domanda e del prezzo di locazione, assolutamente spropositato se raffrontato agli attuali prezzi di mercato». La capogruppo M5S in Consiglio regionale, Eleonora Frattolin, continua a essere molto critica con Hydrogea che ha stabilito di aggiungere una nuova sede a quella esistente.

«Approfondendo questa operazione, che consideriamo inopportuna, ci siamo imbattuti in un’altra scelta quanto meno azzardata: quella fatta dal Comune di Montereale quando ha acquistato questo immobile – incalza Frattolin -. Nel dicembre del 2011, il giorno stesso della scadenza del bando, il Comune chiede ad Hydrogea una proroga. Ad oggi non ci è dato di sapere né se vi fossero altre offerte né se tale proroga sia stata resa nota anche ad altri potenziali partecipanti al bando. In seguito alla proroga – e quindi ormai sicura di poter subaffittare parte dello stesso -, a fine marzo 2012 l’amministrazione comunale, senza alcuna perizia di valutazione preventiva, delibera di acquistare l’immobile ex Enel di Malnisio (di cui alleghiamo alcune foto) per un prezzo di 610 mila euro a cui vanno aggiunte, però, le spese sostenute per la sua sistemazione. Spese – aggiunge la consigliera regionale M5S – che ammontano ad oggi ad ulteriori 102 mila euro come abbiamo appreso grazie a una recente interpellanza presentata dall’opposizione in Consiglio comunale».

«Eppure i costi non sono finiti – precisa Frattolin -. Bisogna ancora aggiungere, per correttezza, anche le imposte di legge nonché il costo del mutuo acceso dal Comune per l’acquisto, che evidentemente faranno lievitare la spesa complessiva dell’operazione. Tutto questo per spostare i magazzini comunali e gli uffici tecnici in una sede che definire decentrata è un eufemismo, liberare degli uffici per gli assessori comunali e naturalmente poter offrire parte dell’immobile in affitto a Hydrogea. Ecco – conclude la capogruppo M5S – in questo caso sembra evidente come alcune partecipate o amministrazioni locali si impegnino per contenere la spesa pubblica. Ecco come si gestiscono le nostre risorse in modo oculato».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.