Circoscrizioni, nuovo regolamento, le proposte del M5S

0

Un confronto operativo per migliorare l’efficienza della “macchina” circoscrizionale, sollecitato da Laura Lisi (M5S), Alessandra Richetti (M5S) e Maja Tenze, presidenti rispettivamente della III, VI e I circoscrizione. Seduti attorno al tavolo i presidenti dei 7 parlamentini, l’assessore Lorenzo Giorgi e i dirigenti Walter Cossutta, Alberto Mian e Mariella Maricchiolo. Oltre alla nomina di Maja Tenze (Pd) come nuova presidente della conferenza dei “leader” circoscrizionali, sono state rilevate le problematiche legate alle segreterie, dove solo 3 su 7 riescono ad operare a tempo pieno, e soprattutto si è discusso della possibile modifica e ammodernamento del regolamento sulle circoscrizioni.

Il testo, infatti, risale ai primi anni ’80 e non ha subito modifiche rilevanti sino ad oggi, prevedendo ancora una serie di funzioni non corrispondenti alla realtà odierna e mancando di altre auspicate dalle forze politiche presenti. Laura Lisi del M5S ha proposto di rigenerare i fondi circoscrizionali, previsti dalla normativa ma nella prassi gestiti dal Consiglio comunale, utilizzando i principi del bilancio partecipativo, ovvero l’assegnazione alla gestione diretta dei cittadini di una quota di bilancio dell’ente locale (già presente in altre città d’Italia), ricordando che «la disposizione generale attribuita al Consiglio circoscrizionale è di essere lo strumento di partecipazione della popolazione residente».

Il bilancio partecipativo, oltre ad essere uno dei punti cardine del programma del M5S, risulta anche parte del programma elettorale dell’odierna giunta. Per Maja Tenze del Pd, invece, la priorità è «chiarire e rendere attuali le funzioni consultive e deliberative, primi passi per un possibile bilancio partecipativo».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.