Chi ci difende?

7

I sindaci, quelli che vengono definiti i primi cittadini, devono proteggere la vita dei concittadini. Glielo impone la loro carica istituzionale e il vecchio testo unico delle leggi sanitarie (regio decreto 27 luglio 1934, n.1265) che all’art. 217 li riveste del ruolo di primi difensori della salute pubblica contro l’inquinamento industriale.

A Trieste, come in tanti altri comuni, questo non avviene.
Ora ne abbiamo la conferma. Dal 2007 a oggi la locale azienda sanitaria ha inviato al sindaco Roberto Dipiazza ben 11 lettere come questa con le quali invita il primo cittadino ad “adottare gli idonei provvedimenti a salvaguardia della salute pubblica” contro l’inquinamento prodotto dalla Ferriera di Servola (gruppo Lucchini-Severstal), un vecchio stabilimento di produzione di ghisa con altoforno alimentato a carbon coke ed annesso impianto di cogenerazione di energia elettrica beneficiario di Cip6. Sforamenti di pm10, benzene e benzo(a)pirene sono all’ordine del giorno, come si può leggere dalla missiva del 13 maggio 2010.

Come il miglior Ponzio Pilato il Dipiazza se ne lava le mani e gira la palla alla Regione Friuli Venezia Giulia.

C’è in ballo la salute di più di 20.000 abitanti della zona. E non solo. Fra l’incudine e il martello si trovano anche i 500 lavoratori dell’azienda. Un’impresa che, oltre ad essere inquinante, si ritrova senza un piano industriale e con 770 milioni di euro di debiti.

A mettere la ciliegina sulla torta ci ha pensato l’ex ministro senza mutuo Scajola che, con un decreto di fine 2009, ha permesso ad alcune tipologie di aziende beneficiarie di Cip6 di chiedere la liquidazione anticipata dei contributi statali, senza vincolare questa agevolazione alla continuazione della produzione aziendale o alla riconversione industriale degli impianti. Come dire: signori, prendete il bottino e scappate.

Da coloro che fanno gli imprenditori con i nostri soldi e da sindaci senza palle che hanno paura di rimanere con le pezze al culo, chi ci difende?

Paolo Menis
Lista Civica TRIESTE 5 STELLE – beppegrillo.it

7 Commenti

  1. honnetement je prends plus de bain que de douche!j’ai horruer de greloter quand je dois couper de la douche, en fait je n’ai pas de cabine dans la salle de bain mais une baignoire, le plafond est bas donc je dois rester assise et j’aime pas du tout me doucher comme ca!alors que les bains! ah surtout quand j’ai les pieds geler en rentrant le soir, j’adore! mais bizarrement je suis pas super fan de la mousse, je préfère tout ce qui est effervescent, huiles etc….

  2. He is/was an Icon and he made some incredible movies that will stand the test of time.However his convention speech just pissed on all that goodwill. It wasn't his politics that people are shocked by, it was his Depends diaper wearing, hopped up on gin flavored Metamucil delivery that he will forever be remembered for.

  3. In answer to comment 9, Kathy Wentworth and I are working on a sequel to THE COURSE OF EMPIRE. Kathy’s doing the first draft right now. I can’t give you any publication date yet, though.We don’t have a final title for the book. The working title is my somewhat whimsical NGC 7293, but that probably won’t wind up being the final title. (It’s the official astronomical designation for the planetary nebula in which much of the novel takes place.)Eric

  4. La cosa curiosa è che in uno Stato di diritto è la legge che dovrebbe difenderci, invece essa viene costantemente elusa. Se io butto una carta a terra prendo una multa, mentre se loro inquinano – sistematicamente – aria, mare e terra, ricevono incentivi dallo Stato. C’est la vie.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.