“Acegas non è COSA LORO” Comunicato Stampa del 03 febbraio 2012

5

Sottoscrivo in toto le preoccupazioni e le denunce fatte durante la conferenza stamapa di oggi dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori di AcegasAps.

Già lo scorso settembre chiesi di istituire una commissione di indagine su
quella che è la più importante partecipata del Comune di Trieste, ma la
maggioranza si dichiarò contraria, sottovalutando il problema.

E’ ora che questa giunta comunale riprenda il controllo di fatto su
AcegasAps, dopo aver perso a dicembre l’occasione di azzerare il consiglio di amministrazione della holding.

I problemi da affrontare sono in primis l’indebitamento di oltre 500
milioni di euro e l’assenza di una seria politica del personale. Se fosse
vero, come denunciato oggi dai sindacati, che a cinque mancati rinnovi di contratti di lavoro interinale corrisponde l’assunzione a tempo
indeterminato di un ex giocatore della Pallacanestro Trieste, allora
saremmo di fronte ad un fatto molto grave.

Intervenga al più presto il sindaco: chieda all’azienda di presentare il
piano occupazionale e i criteri che vengono seguiti nelle assunzioni.

Paolo Menis
consigliere comunale
gruppo “moVimento 5 stelle Trieste”
lista civica Trieste 5 stelle – beppegrillo.it

5 Commenti

  1. ti dirò..l’anno scorso abbiamo visitato l’inceneritore di Via Errera e la realtà dell’Impianto di Riciclo di Vedelago.
    Mettere a confronto le due situazioni potrebbe apparire quasi una bestemmia, però hanno entrambe fornito due esempi di impianti completamente diversi e delle idee, opposte direi, che ci stanno dietro.
    Io mi sarei aspettato da questa nuova giunta un atteggiamneto diverso relativamente alla differenziata e all’inceneritore. Al momento si continua a sostenere, in linea con la precedente amministrazione, che la differenziata crea maggior spazio alle immondizie da incenerire provenienti dagli altri comuni. Il business di Acegas ringrazia. La nostra salute meno, di certo.

  2. Si, credo proprio che sia anche in quell’ufficio che ci si possa fare un’idea reale di come (non) funziona la raccolta differenziata e non solo quella.
    E’ sempre meglio andare alla fonte delle cose, poi passare ai piani più alti.
    Buon lavoro a tutti voi e non fate sconti a nessuno…la salute ed il portafoglio di noi cittadini sono importanti.

  3. Su Acegas la documentazione di cui siamo in possesso è corposa. Dall’insediamento del Consiglio, mollti sono stati sia i Comunicati, le domande di attualità poste al Sindaco e all’Assessore, le conferenze stampa tutti aventi come tema ACEGAS. Non ultimo abbiamo svelato l’arrivo dell’immondizia campana all’impianto di via Errera e la cessione dei crediti di Acegas ad una banca estera, oltre ad aver chiesto, ancora a settembre, l’istituzione di una Commissione consiliare che approfondisca molti degli aspetti che coinvolgono l’ex municipalizzata.
    Pertanto le campane non si limitano ad una.
    Relativamente a questo ufficio in Comune, ma parliamo di controllo sulla qualità del servizio svolto da Acegas?
    Grazie per l’attenzione e le osservazioni
    Aris

  4. Parlando con un mio amico, mi è stato detto che esiste un controllo che il comune esercita (o dovrebbe esercitare) sul gestore. C’è un ufficio specifico.
    Forse sarebbe il caso di andare a parlarci per capire come funziona la raccolta di rifiuti e lo spazzamento e tutta l’igiene urbana.
    Due campane sono meglio di una.

  5. La privatizzazione dei servizi pubblici è un regalo che cin ha fatto il centro sinistra. Acegase la conseguente acquisizione di NU, cimiteri e servizi funerari è una brillante idea di sinistra, avallata all’epoca dal sindacato CGIL.

    Il centro destra sbraitava contro la svendita dei “gioielli di famiglia”, salvo poi chetarsi quando è andato al governo della città.

    Oggi ci sono in carica i nipotini delle privatizzazioni “di sinistra” e figuriamoci se andranno a toccare la loro creatura primigena.

    E poi non dimenticiamo che comune ed acegas sono soci in borsa.

    Ora è in atto un braccio di ferro per stabilire quanto costerà il servizio con difefrenziata inclusa. Si parla di tanti soldi e per questo vi consiglio di stare molto all’erta e di seguire bene la storia.
    E non prendete sempre per buono quello che vi raccontano.
    Andate sul campo, osservate e chiedete.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.