ACCRI: Intervista a Paolo Menis, candidato sindaco della Lista Civica TRIESTE 5 STELLE

0

Risposte di Paolo Menis
Questo è il testo inviato dal candidato:

Secondo Lei il Comune di Trieste si adopera per eliminare le differenze tra uomo e donna nei vari ambiti e le discriminazioni ancora esistenti nei confronti della donna?
Le discriminazioni fra uomo e donna si superano concretamente aumentando i servizi offerti alla famiglia da parte del Comune. Mi riferisco ai posti negli asili nido, alle potenzialità dei ricreatori che consentirebbero alla donna (sulla quale ancor grava il peso maggiore nella gestione della famiglia) di fare scelte più libere sulla professione e su un eventuale suo impegno in politica.
Solo rafforzando la famiglia e rendendo uomini e donne più liberi nelle proprie scelte è possibile superare la discriminazione esistente nei confronti della donna.

Da molti anni si discute della Ferriera di Servola, cosa pensa di fare al riguardo?
E’ uno dei problemi principali della nostra città. Prima di tutto il sindaco, in accordo con l’azienda sanitaria, deve attivare al più presto un serio studio epidemiologico che permetta di individuare la correlazione esatta fra fonti di inquinamento presenti sul territorio e malattie respiratorie e tumorali dei cittadini. Ricordo che Trieste è inserita fra le 44 città con più alto tasso di malattie oncologiche.

In casi di emergenza ambientale il sindaco, in quanto tutore della salute pubblica, deve chiudere temporaneamente lo stabilimento, finché non vengono ripristinate le condizioni di sicurezza.
Inoltre bisogna pensare ad un’alternativa per i lavoratori: a medio termine è necessario realizzare un impianto per il riciclo dei rifiuti (in particolare plastica) e in questo contesto potrebbero venir impiegati 150 lavoratori provenienti dalla Ferriera. A lungo termine bisogna pensare alla bonifica e alla conversione dell’area, utilizzando fondi statali e/o europei, come è stato fatto per esempio a Bagnoli (Napoli).

Come intende regolarsi riguardo alle precarie condizioni degli edifici scolastici?
In accordo con la Provincia di Trieste si individuerà un’area (per esempio la ex Fiera, l’ex caserma di via Rossetti) sulla quale progettare un nuovo polo scolastico i cui edifici dovranno essere costruiti nell’ottica di attuare il maggior risparmio energetico ed il minor impatto ambientale.
La ristrutturazione delle scuole di proprietà comunale deve essere perseguita prevedendo nei bandi di gara modalità che consentano di diminuire negli anni successivi i costi di manutenzione degli edifici.
Penso inoltre al coinvolgimento diretto degli studenti delle scuole tecniche, degli istituti professionali e della scuola edile che nell’ambito delle opere di laboratorio e/o di pratica professionale potrebbero realizzare (a costo zero per il Comune) le opere di manutenzione negli edifici che le richiedono.

I teatri stanno abbassando il sipario definitivamente a causa dei tagli alla cultura, come pensa di sfruttare le risorse locali note in tutto il mondo?
Da una parte il Comune deve aumentare il finanziamento diretto al teatro Verdi e attivarsi presso i privati (fondazione Crt, assicurazioni Generali) affinché sostengano i teatri della nostra città.
Dall’altra parte i teatri più grandi devono impegnarsi a tagliare i costi inutili e a riproporre le rappresentazioni che ottengono successo di pubblico, esportando in altre città le proprie produzioni artistiche.

Quali provvedimenti predisporrà per lo smaltimento di rifiuti abbandonati abusivamente nel Carso? Ci sarà un maggiore controllo sul territorio affinché non si riaprano discariche abusive?
E’ necessario comminare multe salate per chi disperde nell’ambiente rifiuti e sostanze inquinanti.
Inoltre l’opera di prevenzione si attua prevedendo che i centri di raccolta comunali estendano l’orario di apertura e non rifiutino mai (come talvolta accade) il conferimento dei prodotti da smaltire. E’ opportuno attivare al più presto la raccolta porta a porta dei rifiuti, sia per evitare le discariche abusive sia per aumentare la percentuale di raccolta differenziata che ora è ferma al 20%.
Anche con l’aiuto di associazioni di volontariato saranno promosse attività di pulizia delle aree comunali più sporche.

Risulta difficile per i giovani trovare dei luoghi per suonare con gli amici, crede che si potrebbero trovare dei luoghi (poli di aggregazione) dove i giovani possono trovarsi per suonare e condividere la musica gratuitamente?
Il Comune prima di tutto deve mettere a disposizione gratuitamente sale riunioni a disposizione delle associazioni e dei comitati di cittadini. Inoltre è necessario individuare in ogni rione (per esempio utilizzando sale/aule dei ricreatori) uno spazio per stimolare l’arte e la creatività dei giovani. In questo quadro rientrano anche le sale per far musica.

Pensa che sarebbe una buona iniziativa chiudere le vie del centro al traffico automobilistico per evitare l’inquinamento atmosferico e creare spazi verdi nei quali bambini e anziani possano trascorrere parte del loro tempo?
Assolutamente si! E’ una delle idee che il moVimento 5 stelle vuole tradurre in realtà. E’ necessario incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, soprattutto per le fasce più giovani (15-30 anni). Nelle ore di punta sono troppi i veicoli privati (circa 15.000) che circolano a Trieste. E’ necessario prevedere dei luoghi dove individuare parcheggi di interscambio fra automobile/motoveicolo e autobus: penso per esempio alla zona ippodromo/piazza Foraggi e all’area di Campo Marzio che assieme al polo molo IV/Silos potrebbero in futuro delimitare l’area entro la quale ridurre al minimo il traffico privato.
Gli spazi verdi e i parchi devono essere assolutamente incrementati, fermando immediatamente la cementificazione del nostro territorio. Si devono trovare le soluzioni più opportune per ridurre i costi di manutenzione del verde pubblico. Penso, per esempio, al coinvolgimento di “volontari del verde”, giovani ed anziani ai quali potrebbe essere affidata la manutenzione di una singola area.

Paolo Menis
candidato sindaco
Trieste 5 stelle – beppegrillo.it

Risposte di Paolo Menis

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.